Concerto 13 Ottobre 2019
Varallo, Salone XXV Aprile - ore 17:30


Jacopo Taddei, sax
Luca Ciammarughi, pianoforte
 
THE SOUND OF PICASSO
 
Darius Milhaud (1892-1974) Scaramouche op. 165c per sax e pianoforte
Francis Poulenc(1899-1963)  Villageoises FP 65 per pianoforte    
 

Erik Satie (1866-1925)  Trois Gymnopédies (arrangiamento per sax e pianoforte di Luca Ciammarughi)

                                             Rag-Time Parade (arrangiamento per sax e pianoforte di Luca Ciammarughi)   

 Igor Stravinsky (1882-1971)Piano - Rag Music per pianoforte    

Erik Satie Trois Gnossiennes (arrangiamento per sax e pianoforte di Luca Ciammarughi)

                      La Diva de l’empire (arrangiamento per sax e pianoforte di Luca Ciammarughi)    

Isaac Albéniz (1860-1909)  Tango op. 165 n. 2 per pianoforte 

Claude Debussy (1862-1918)  Children’s Corner L 119 per pianoforte

Doctor Gradus ad Parnassum    

Jimbo’s Lullaby   

Serenade for the Doll    

The Snow is Dancing   

The Little Shepherd  

Golliwog’s Cake-Walk    

Manuel de Falla (1876-1946) Homenaje pour  le Tombeau de Debussy, per pianoforte    

Enrique Granados(1867-1916): Danza Española n. 5 op. 37 (arrangiamento per sax e pianoforte di Luca Ciammarughi)    

 


Luca Ciammarughi
 
Luca Ciammarughi è pianista, scrittore e conduttore radiofonico. Da più di dieci anni è quotidianamente in onda su Radio Classica. Scrive per i mensili MUSICA e Classic Voice ed è direttore editoriale di ClassicaViva. Ha studiato pianoforte presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode nella classe di Paolo Bordoni e ottenendo poi, con menzione d’onore, il diploma accademico in musica vocale da camera. Come pianista concertista ha suonato per il Festival dei Due Mondi di Spoleto, Mito Settembre Musica, Taormina Arte, La Verdi, Mantova Chamber Music Festival, Società dei Concerti di Milano, Spoleto Festival USA di Charleston, Festival Guadalquivir in Spagna, European Union Youth Orchestra, Salle Cortot di Parigi e molte altre istituzioni.
I suoi CD e i suoi libri hanno ottenuto recensioni entusiaste da parte di critici quali Luigi Fait, Giovanni Gavazzeni, Paolo Isotta, Gian Paolo Minardi, Quirino Principe, Riccardo Risaliti e molti altri. È stato più volte ospite a Radio Tre Rai. Ha scritto per Zecchini Editore i libri Da Benedetti Michelangeli alla Argerich e Soviet Piano; ha pubblicato per LIM di Lucca il volume monografico Le ultime Sonate di Schubert. Scrive note di sala per il Teatro alla Scala e tiene conferenze alla Fenice di Venezia. Ha collaborato con Daniel Barenboim, come consulente musicale e pianista, per il cartone animato Max & Maestro. Ha composto le musiche per i cortometraggi Elsa’s kitchen e Anna e Marcel, proiettati al Centre Pompidou di Parigi.
 
 
Jacopo Taddei
A soli ventidue anni, il saxofonista Jacopo Taddei si è già messo in evidenza nel panorama musicale internazionale. ”Eroe del Saxofono”, è stato definito dal Corriere della Sera dopo un recital che ha tenuto per la Società dei Concerti. Accreditato per la tecnica virtuosistica, esuberante e delicato, Jacopo ha vinto nel 2015 il Premio Claudio Abbado ed il Premio del Conservatorio di Milano come primo dei primi, ovvero studente selezionato come migliore tra i vincitori in ogni singola categoria. Nello stesso anno, ha vinto a “Umbria Jazz” una Borsa di Studio per il Berklee College of Music di Boston dove, nel 2016, gli è stata riconosciuta una Borsa di studio da 120.000 dollari. Ventitré, i primi premi assoluti che Jacopo ha ottenuto, dal 2006 al 2018, in competizioni internazionali e nazionali, solo per citarne alcune, Salieri – Zinetti, Luigi Nono e Francesco Cilea di Palmi.
Jacopo è ospite assiduo ai festival della Gioventù Musicale Italiana, Società Umanitaria, Omaggio all’Umbria, Elba Isola Musicale d’Europa, Amici della Musica di Padova. Si è esibito da solista con I Solisti di Mosca, Orchestra dell’UniMi, Divertimento Ensemble, G.A.M.O. Ensemble ed ha collaborato con l’Orchestra Filarmonica della Scala, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra de I Pomeriggi Musicali, Orchestra dei Conservatori italiani. Tiene recitals in sale da concerto rinomate, come la Sala Verdi a Milano, Teatro Argentina in Roma, Auditorium Università degli Studi di Milano, Sala Santa Cecilia del Parco della Musica di Roma, Teatro degli Arcimboldi, Teatro Dal Verme, Teatro Litta, Teatro Filodrammatici in Milano, Teatro d’Opera del Maggio Musicale di Firenze, Berklee Performance Center in Boston. Jacopo ha suonato diretto da Yuri Bashmet, Antonio Pappano, Daniele Gatti, Yoichi Sugiyama, Daniel Smith, Bruno Aprea, Francesco Gesualdi, Viktoriia Vitrenko.
In diretta radiofonica su RaiRadiotre sono stati trasmessi alcuni suoi concerti, nella trasmissione Piazza Verdi. Nella Stagione 2017/18 ha debuttato sulla scena di New York, con il concerto inaugurale della Stagione del New York Chamber Music Festival, e al Miami International Piano Festival Academy. Nella Stagione 2018/19, su invito della Fondazione Società dei Concerti in qualità di Artista in Residenza, è protagonista di recitals in Sala Verdi e nell’Auditorium Gaber del Grattacielo Pirelli ed in cartellone per la Stagione de La Verdi.
Nato a Portoferraio (isola d’Elba, Italia), Jacopo Taddei comincia gli studi musicali ad otto anni. Studia con Federico Mondelci al Conservatorio Rossini di Pesaro, dove si diploma con dieci e lode e Menzione d’Onore, per conseguire poi la laurea Magna Cum Laude e Menzione d’Onore al Conservatorio Verdi di Milano con Mario Marzi. Nel 2017 a Montecitorio – come riconoscimento al talento – gli è stata conferita la Medaglia della Camera dei Deputati.